Un sasso nello stagno. Questo l'effetto del nostro articolo sulle precarie condizioni della provinciale Morolense. Puntuale è arrivata la telefonata del vice sindaco e assessore ai lavori pubblici, Giovanni Pomponi. L'esponente democratico, pur prendendo atto di quanto da noi riferito, ha tenuto a precisare le cause del mancato funzionamento dell'illuminazione nel tratto supinese della provinciale.

«Non si tratta di incuria dell'amministrazione, né di fattori naturali. L'impianto non funziona perché qualcuno ha rubato parte dell'impianto di funzionamento dei lampioni. Ovviamente il fatto è stato denunciato alla locale caserma dei carabinieri e sono in corso le opportune indagini. Il danno ammonta a più di cinquantamila euro, cifra di cui il Comune al momento non dispone». La notizia dell'avvenuto furto, da noi verificata, ha trovato conferma in altre sedi istituzionali. Nel corso della stessa conversazione telefonica, Pomponi ha più volte ribadito il suo impegno per la risistemazione della provinciale e preannunciato il rifacimento di parte del manto stradale a partire dall'inizio del territorio supinese. Nel frattempo, auguriamoci che qualcuno si ricordi dell'incolumità di migliaia di utenti che ogni giorno percorrono la provinciale.